Perché doppio standard e perché vorremmo rimarcare la questione dello slut shaming

Perché doppio standard e perché vorremmo rimarcare la questione dello slut shaming

Sono già passati giorni da quando abbiamo inaugurato il progetto Doppio standard. E’ un progetto in evoluzione che apre le porte ad un approccio molto simile a quello che accade in America ( e ora in tutto il mondo) quando il femminismo ha cominciato a combattere gli stereotipi di genere anche nell’immaginario comune.

Quando io, Mary, ho cominciato a occuparmi di femminismo ho rivolto tutta la mia lotta alla denuncia degli stereotipi di genere nei mezzi di comunicazione italiani a causa dell’alto grado di sessismo in essi. Ho parlato anche di violenza sulle donne, di discriminazioni eccetera. Il punto è che noi continueremo a parlare di questi temi ma non è sufficiente chiedere un cambiamento dei media, del rapporto tra i sessi, della presenza delle donne nelle stanze del potere e via dicendo senza andare a valle, ovvero la causa per cui le discriminazioni e gli stereotipi di genere (e…

View original post 1.043 altre parole

In Italia la violenza sulle donne viene ancora giustificata

In Italia la violenza sulle donne viene ancora giustificata

Pubblicato su Blastingnews

In piena Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne un uomo ha ucciso la moglie perché non voleva che lei lavorasse. Un colpo di fucile per stabilire una volta per tutte l’autorità maschile su di lei, è quello che accade spesso in Italia, negli ultimi anni ogni due giorni.

Raffaella Presta era una donna e mamma di 40 anni. La descrivono come una donna riservata. Dall’altra parte c’è suo marito, un uomo geloso che non accettava il suo brillante lavoro di avvocato penalista. Tutti sapevano che lui la picchiava, ma lei malgrado avesse esperienza in materia per il lavoro che svolgeva non lo aveva mai denunciato.

image

Secondo un’indagine condotta da ISTAT nel 2006, le donne vittime di violenza domestica erano 3 milioni (  7 milioni  contando anche altre forme di abuso) . Tuttavia l’80% delle vittime di violenza non hanno denunciato gli abusi domestici o sono…

View original post 697 altre parole